International Kenpo Karate Association

International Kenpo Karate Association

08.03.2013 10:59

Il M.stro Carlo Antonelli è stato nominato delegato italiano per la I.K.K.A. (International Kenpo Karate Association).

 carloantonelli_3.jpgLa I.K.K.A. è stata fondata in America nel 1956 dal Gran Master Edmund K. Parker, il padre del Kenpo Karate occidentale, guardia del corpo e amico di Elvis Presley, che fu anche suo allievo.


La favola di Ed Parker comincia nel 1964, quando organizzò il 1 ° Campionato Internazionale di Karate tenutosi a Long Beach, CA, in cui furono invitati a partecipare maestri di ogni stile: per la prima volta nella storia, si confrontavano nello stesso campionato diverse culture marziali.

Questo evento storico sarebbe stato il trampolino di lancio per la carriera del leggendario Bruce Lee, di Chuck Norris e molti altri importanti artisti marziali e da lì prese il via la massiccia filmografia basata sulle arti marziali.

Il successo del maestro Parker, oltre che nell'ottima tecnica, è da ricercare nel suo metodo di insegnamento, improntato sulla crescita interiore, capace di tirare fuori il meglio da ogni studente, applicando alla lettera il significato del termine educazione (dal latino educere, ovvero condurre fuori ciò che il discente già possiede).

Il metodo di Parker ben si sposa con la filosofia e la didattica già in uso da anni dai tecnici della Polisportiva Smile, l'associazione sportiva termolese in cui si insegna l'American Kenpo Karate e che ha fatto del metodo educativo la sua peculiarità più importante.

Nel 2014 si terrà il 50esimo anniversario di questo torneo nel quale Carlo Antonelli ha già ricevuto l'invito a partecipare come delegato italiano.

Fino alla sua morte, nel dicembre 1990, Ed Parker è stato il presidente e la forza motrice dell'IKKA in tutto il mondo, il cui sogno era quello di perpetuare il Kenpo Karate.

Oggi i suoi discendenti e Maestri stanno perpetuando questo sogno, di cui anche l'Italia è entrata a far parte, e la I.K.K.A. conta decine di scuole in 22 Paesi nel mondo.

© 2013 Tutti i diritti riservati.

Crea un sito internet gratisWebnode